Accesso Civico

L’accesso civico consiste nel diritto di chiunque di richiedere la pubblicazione di documenti, informazioni o dati per i quali sussistono specifici obblighi di trasparenza, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione. Come previsto e disciplinato dal comma 1 ex art. 5 del d.lgs. n.33/2013, l’accesso civico rimane circoscritto a soli atti, documenti e informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria e costituisce un rimedio alla mancata osservanza degli obblighi di pubblicazione imposti dalla legge, sovrapponendo al dover di pubblicazione, il diritto del privato di accedere ai documenti, dati e informazioni interessati dall’inadempienza. S.I. Impresa ha accolto l’invito dell’ANAC (Delibera 1309/2016) ad adottare adeguate soluzioni organizzative, costituendo un Ufficio Prevenzione della Corruzione e Trasparenza tenuto tra l’altro a decidere sulle richieste di accesso, e a realizzare una raccolta organizzata cd. registro degli accessi. Inoltre l’azienda garantisce l’esercizio del diritto di accesso civico predisponendo un? apposita procedura : 1. Ha attivato una casella di posta elettronica certificata istituzionale, in base all?art.54 D. L.gs. 82/2005: si_impresa@legalmail.it  che consente a chiunque, senza indicare motivazioni né sostenere
costi, di richiedere documenti, informazioni e dati per i quali la legge prevede la
pubblicazione. 2.  Ha indicato la dott.ssa R. Guglielmi, Responsabile Area Controllo di gestione e Gestione Risorse umane, quale addetta alla regolazione della trattazione delle richieste di accesso, a supporto dell’ Ufficio Trasparenza e del RPCT. 3. Per la richiesta di informazioni e l’esercizio dell’accesso civico è stato predisposto un apposito modulo , da compilare e inviare all’ indirizzo di posta elettronica suindicato. 4. Se il documento, l’informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l’Ufficio Trasparenza provvede ad indicare al richiedente il relativo collegamento ipertestuale. In caso contrario provvederà, entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta, alla pubblicazione del documento, informazione o dato richiesto nell’apposita sezione del sito internet aziendale, trasmettendolo contestualmente al richiedente ovvero comunicandogli l’avvenuta pubblicazione ed indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. In caso di rigetto dell’istanza va motivato in base ai limiti posti dall’art. 5 bis del D.Lgs.33/2013.