Amministrazione Trasparente

La presente sezione è finalizzata ad assolvere agli obblighi fissati nella normativa vigente dal D.lgs. 33/2013 (Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni) e dalla Legge n.190/2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione) che trovano il loro correttivo nel D.lgs. 97/2016 (Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza).

Il D.lgs. 33/2013 ha ridefinito i doveri in capo alle amministrazioni pubbliche in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni. E ai sensi dell’art. 2bis, introdotto dal D.lgs. 97/2016, questi obblighi di pubblicazione e di accesso civico generalizzato, si applicano anche alle società e agli enti di diritto privato in controllo pubblico e in partecipazione pubblica.

Ulteriori elementi chiarificatori provengono dal Piano Nazionale Anticorruzione 2016 (par.3 ‘Società in partecipazione pubblica ed altri enti di diritto privato assimilati’), e dalla Determinazione ANAC n. 8/2015: “Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle Società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e dagli enti pubblici economici” che è stata in seguito rinnovata da successive normative. In particolare dalla Delibera ANAC n.1134/2017, portatrice delle nuove “Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle Pubbliche Amministrazioni”, che sostituisce totalmente le precedenti disposizioni in materia.
L’ambito di applicazione della normativa sulla trasparenza è tanto quello consistente nella pubblicazione sul sito web dei documenti soggetti a pubblicazione obbligatoria, tanto quello consistente nella facoltà di esercizio del diritto di accesso civico generalizzato. Inteso come ‘accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all'attività amministrativa e di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.
Nella pubblicazione delle informazioni e dei documenti della presente sezione si tiene conto delle "Linee guida in materia di trattamento dati personali" del Garante per la protezione dei dati personali (delibera n. 243 del 15/5/2014).

 

ATTENZIONE!
I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d. lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.